Alex Ruffini

Name
Alex Ruffini

Alex Ruffini nasce a Venezia nel 1968; sin da bambino manifesta uno spiccato interesse per il disegno e per la musica, e stimolato dall’atmosfera artistica della sua città, a nove anni inizia a dipingere, a fare maschere di carta pesta e a suonare.

Il primo approccio alla fotografia avviene grazie alle lezioni di applicazioni tecniche, in seconda media, dove apprende le nozioni tecniche fondamentali; è in questo periodo che inizia ad esercitarsi con una polaroid e, successivamente, con una reflex.

Durante l’adolescenza Alex non ha maestri: si ispira a grandi fotografi come Fin Costello, Neil Zlozower e Ross Halfin. “Ruba” con gli occhi le loro tecniche e approfondisce lo studio della camera oscura, acquisendo una particolare abilità nello sviluppo del bianco e nero.

Dividendosi tra il lavoro e quella che ormai è diventata la sua passione principale, non perde occasione per fotografare i suoi artisti preferiti, iniziando una carriera di free lance ben presto riconosciuta a livello internazionale.​I suoi scatti vengono scelti per foto promozionali, poster, copertine di cd.

Una peculiarità di Alex Ruffini consiste nella capacità di lavorare senza un set fisso, ma improvvisando di volta in volta e creando così situazioni sempre diverse e originali.

Affezionato alla sua città, spesso sceglie di utilizzare calli e campielli come sfondo per session fotografiche, nelle quali la trasgressività degli artisti della scena rock nazionale e internazionale si fonde perfettamente con l’eleganza della ” placida Venezia”.

 



Alex Ruffini was born in Venice in 1968; since he was a child, he has shown a remarkable interest in drawing and music. Inspired by his hometown’s artistic atmosphere, at the age of nine he started painting, moulding papier – machè masks and playing music.

During his teens, Alex had no real master: he drew inspiration from photographers like Fin Costello, Neil Zlozower , Mark Weiss, and Ross Halfin. This helped him to open his eyes and mind, which allowed him to absorb the inspiring techniques of these artists. This inspiration led him into the darkroom, where he acquired his special skill in black-and-white processing.

While he divided his time between his job and his main passion, he never missed a chance to snapshot his favorite artists, initiating a free-lance career which was soon acknowledged by international magazine​.​ His photos have been chosen for promotional compaigns, posters, and CD’s covers.

One of Alex Ruffini’s peculiarities is his ability to work without a fixed set, improvising each time and therefore creating ever different and original situations.

Given his fondness for his hometown, he frequently now chooses calles and campiellos as a background for his photographic sessions, where National and International rock artists’ transgressiveness merges perfectly whit the tranquil Venetian sophistication.

 

 

Download “alex-ruffini-cv.pdf” alex-ruffini-cv.pdf – Downloaded 353 times – 96 KB

 

Download “alex-ruffini-cv1.doc” alex-ruffini-cv1.doc – Downloaded 382 times – 47 KB

Comments are closed.