Michele Soldo

Name
MIchele Soldo

Nato a Fermo nel 1993, ha conseguito il Diploma Accademico di II livello in Canto Lirico con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Musica B. Maderna di Cesena, sotto la guida del M° Rossella Marcantoni.
Ha partecipato a Master Classes di perfezionamento e a lezioni di canto ed interpretazione presso l’Accademia Musicale Internazionale Maria Malibran di Altidona (FM) tenute da docenti quali: Sumi Jo, Daniela Dessì, Piero Rattalino, Elvio Giudici, Franco Trinca, Andrea Concetti, Vittorio Vitelli, Luca Canonici. Si è perfezionato sotto la guida del Maestro Renato Bruson presso l’Accademia ad esso intitolata a Busseto, il quale lo ha premiato durante le selezioni, assegnandogli l’unica borsa di studio in palio.
E’ risultato vincitore della V edizione del Concorso Lirico Internazionale “Luciano Neroni” di Ripatransone (2013) quale “ Miglior Voce Giovane” e del Terzo Premio al V° Concorso Lirico Internazionale “Anita Cerquetti” di Montecosaro (2015). Nel febbraio 2019 vince il celebre Concorso Internazionale “A. Belli” di Spoleto.
Nel 2014 è protagonista di due concerti “Omaggio a Mozart”, in collaborazione con l’Orchestra Filarmonica Malatestiana diretta dal M° Paolo Chiavacci presso la Biblioteca Malatestiana di Cesena con la partecipazione straordinaria del premio Nobel Dario Fo. Ha preso parte al Gran Gala’ “Una soirée con Rossini” del Festival Armonie della Sera presso il Teatro dell’Aquila di Fermo con la partecipazione straordinaria del Musicologo Sergio Ragni.

Nell’ambito delle produzioni del Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena ha interpretato il ruolo del Conte ne “Le Nozze di Figaro” di W. A. Mozart sotto la guida del M° Claudio Desderi presso il Teatro A. Bonci di Cesena, ed in seguito presso il Teatro D. Fabbri di Forlì. E’ stato inoltre Papageno nel “Flauto Magico” di W. A. Mozart, il Poeta nell’opera “Prima la Musica poi le Parole” di Antonio Salieri, ed il Poeta nell’opera “L’impresario in angustie” di Domenico Cimarosa.

Presso il Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso interpreta nel 2015 il ruolo dell’Impresario nell’opera “Le Convenienze ed Inconvenienze Teatrali” di G. Donizetti con la direzione del M° Franco Trinca e la regia di Pierre Emmanuel Rousseau, poi nel 2017 veste i panni di Mengotto all’interno dell’opera “La Cecchina” di N. Piccinni diretto dal M° Eddi de Nadai con la regia di Martin Ruis. E’ stato inoltre il Barone Douphol nell’opera “La Traviata”, regia di Alessio Pizzech e direzione di Francesco Omassini, presso il Teatro Comunale di Ferrara, Teatro Sociale di Rovigo e Teatro Comunale di Treviso. Due le collaborazioni svizzere. La prima nel 2018 presso l’Opern Studio di Bern, quale ospite per impersonare il ruolo di Pasquariello nel “Don Giovanni” di G. Gazzaniga presso i teatri di Biel e Solothurn con la regia di Henriette Sehmsdorf e la direzione del M°F. Trinca.

La seconda nel 2019 in collaborazione con “L’Operà de Chambre” di Ginevra Presso il Teatro Alambra, dove ha vestito i panni di Guglielmo nel “Così fan tutte” Di W.A.Mozart, regia di Cataldo Russo e Nicola Fanucchi, direzione F. Trinca.

Svolge attività concertistica, ha partecipato a numerosi recital e concerti per importanti istituzioni e associazioni lirico concertistiche italiane, come ad esempio la “Rete lirica delle Marche” riscuotendo ovunque numerosi consensi di pubblico e critica.

 

 

Comments are closed.